Guida piercing: la misura degli aghi

loading...

Sentendo parlare dei calibri degli aghi da piercing, diciamocelo, andiamo tutti in confusione. Capire bene, almeno all’inizio, è abbastanza difficile perchè il sistema metrico decimale utilizzato è quello americano. Questo comporta alcune differenze che non sempre si capiscono al volo. Con questa guida andremo a chiarire l’argomento, in modo da essere sicuri di seguire bene le indicazioni in caso di piercing e dilatatori.

 

Aghi

Il sistema americano

Il sistema ufficiale, cioè quello utilizzato in tutto il mondo, è quello americano chiamato comunemente American Wire Gauge ( calibro dei cavi americano). Esso è utilizzato per misurare il diametro dei piercing anche sa la sua origine non ha nulla a che fare con questo argomento ed è molto più antica. Grazie alla sua grande praticità e al fatto che gli americani sono i numeri uno nel mondo dei piercing e della body modification è riuscita ad imporsi e ad arrivare fino a noi (oltre che in tutto il resto del pianeta).

I diametri

La scala utilizzata, almeno per noi italiani, è al contrario. Un numero maggiore di calibro indica un diametro inferiore. Si parte dal numero 20 che corrisponde a 0,812, cioè poco più di 8 millimetri. Per capire bene le misure e non correre il rischio di commettere errori, è utile riassumere in tabella tutti i numeri con i rispettivi diametri.

Calibri dei piercing

200,812
181,024
161,291
141,628
122.05
102.58
83.26
64.12
45.19
26.54
08,25
009,27
00010.40
000011.68

Come possiamo vedere il primo numero, quello più grande, corrisponde alla misura più piccola di diametro di un ago mentre l’ultimo numero, quello più piccolo, corrisponde al diametro più grande che è possibile trovare in commercio. Da un calibro all’altro, a differenza di ciò che viene normalmente da pensare, non c’è una differenza numerica fissa ma varia liberamente di alcuni millimetri.

Grazie alla tabella, però, è possibile sapere con precisione la corrispondenza di numero e diametro.

A cosa servono queste informazioni?

In caso di dilatazione di un qualunque foro bisogna procedere inserendo gioielli di calibro sempre maggiore. Il piercer, in questo caso, darà delle informazioni precise su come comportarsi ma bisognerà comunque approfondire l’argomento da soli per non fare dei danni. Conoscere il sistema numerico americano degli aghi aiuta notevolmente a districarsi tra le differenti misure e ad evitare di sbagliare. Un foro allargato troppo, magari perchè non abbiamo capito bene cosa dovevamo fare, diventa irregolare e pericoloso. I tessuti possono cedere e rovinarsi, scatenando irritazioni e infezioni.

A cosa non devono servire queste informazioni

Farsi i piercing da soli è estremamente pericoloso. Si potrebbe forare qualche punto importante come un nervo o una vena che potrebbe essere schivata se ci si rivolgesse ad una persona che fa i piercing per professione. Comprare aghi, anche se della misura corretta, per forarsi da soli è sbagliato. Inoltre, senza studi appositi si potrebbe comunque sbagliare la misura e ritrovarsi con un foro fatto dall’ago sbagliato.

Gli aghi cannula, cioè quelli utilizzati normalmente dai piercer, si possono reperire con estrema facilità in farmacia. Anche un minore potrebbe comprarli e rischiare di rovinarsi la salute pur di ottenere il piercing che desidera.

In molti forum ci sono giovani e giovanissimi che chiedono informazioni sul calibro giusto da utilizzare per svariati tipi di piercing. Anche se può sembrare la migliore soluzione per aggirare la legge e risparmiare soldi, non è detto che le risposte che ricevano siano corrette. In questo modo il rischio già presente si aggrava ulteriormente.

Prima di commettere atti di cui potreste pentirvi pensateci due volte. Ci sarà un motivo se solo determinate persone svolgono questa mansione e esistono delle leggi in merito, no? Ci vogliono conoscenze di anatomia, una vasta esperienza con quella facciale, delle nozioni sul corpo umano che non tutti hanno. Non basta sapere la misura di un ago e andare alla cieca.

loading...
Top